I SAMBENEDETTESI RACCONTANO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

itSanBenedettoDelTronto

COVID-19

Spiaggia e Coronavirus: come si torna al mare a San Benedetto del Tronto

Spiaggia E Coronavirus

Spiaggia e Coronavirus, un accostamento inusuale ma non impossibile grazie alle imminenti e timide riaperture, tra cui la ripresa delle celebrazioni eucaristiche, e agli ultimi bollettini Gores che registrano sempre più margini di miglioramento di contagi e guariti; infatti la convivenza tra mare, spiaggia e stabilimenti balneari ai tempi del Coronavirus è avverabile ma con molte precauzioni e regole da tener conto e sin dall’apertura della stagione estiva si dovranno rispettare delle norme anti Covid abbastanza ferree. Di fatto, l’assessore regionale delle Marche Moreno Pieroni ha confermato la data della riapertura delle spiagge il prossimo 29 maggio. A tal proposito, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato i nuovi protocolli.

Spiaggia e Coronavirus, cambiamenti e vincoli in spiaggia

Nello specifico, il presidente Ceriscioli ha spiegato le novità e le condizioni per le riaperture. Nonché le nuove procedure sanitarie che dovranno essere rispettate per tutta la durata dell’emergenza. Inoltre, il protocollo è stato concordato anche con l’Emilia Romagna e l’Abruzzo per dare una linea di continuità lungo la costa adriatica. In particolare, ogni ombrellone avrà uno spazio di 10,5 metri quadrati a disposizione e vi potrà trovare spazio una sola famiglia. Ma si prevedono al massimo quattro persone dello stesso nucleo familiare per ombrellone. Nel caso di gruppi che intendano condividere lo stesso ombrellone stagionale, dovranno alternarsi sempre per nuclei familiari. E ad ogni cambio la postazione dovrà essere sanificata.

Spiaggia E Coronavirus Le Regole
Spiaggia e Coronavirus, un prospetto delle regole (foto di: web)

Inoltre, il perimetro dell’ombrellone dovrà essere di 12 metri quadrati. Poi, il distanziamento sarà di 4 metri tra le file. E di un metro tra le persone in spiaggia e in acqua. Infine, sarà di 2 metri lineari lo spazio tra i lettini in riva al mare e gli asciugamani, eccezion fatta per i membri dello stesso nucleo familiare. Qualora non si tratti di conviventi o congiunti, dovranno mantenere almeno un metro di distanza. Il margine dovrà essere mantenuto in ogni parte della spiaggia. Anche in acqua.

Spiagge e Coronavirus, altre restrizioni

Niente aree giochi bimbi né spazi per attività sportive come beach volley o calcetto ed è auspicata la doccia all’aperto piuttosto che in cabina. L’utilizzo delle piscine eventualmente presenti all’interno degli stabilimenti può essere consentito solo in funzione di una limitazione di accessi e di ricambio frequente dell’acqua. Comunque, all’interno della piscina va rispettato il distanziamento. Le strutture balneari potranno utilizzare gli spazi dei campi da beach volley per ricavare ulteriori posti per gli ombrelloni. Infatti, saranno vietati gli sport di squadra. Inoltre la sanificazione sarà obbligatoria. Come anche il controllo della temperatura sia dei dipendenti degli chalet sia della vigilanza degli arenili. Poi, il litorale sarà chiuso dalle ore 23 alle ore 6 del giorno seguente. Così come il lungomare che sarà costantemente tenuto sotto osservazione.

Siaggia E Coronavirus Lungomare
Spiaggia e Coronavirus, il lungomare sud (foto di: wikipedia.org)

In aggiunta a ciò, a vigilare le spiagge saranno i Comuni che potranno anche avvalersi delle associazioni. Inoltre, gli addetti al settore dovranno sanificare assiduamente tutti gli ambienti. A ciò va chiaramente aggiunto il buon senso dei cittadini. Però, molto dipenderà dai numeri relativi al contagio, tenuto conto che gli esperti hanno già annunciato la possibilità di ritornare ad un eventuale lockdown qualora la situazione dovesse peggiorare per mancato rispetto delle regole.

Si ringrazia per l’immagine di copertina: pixabay

Spiaggia e Coronavirus: come si torna al mare a San Benedetto del Tronto ultima modifica: 2020-05-12T09:00:08+02:00 da Patrizia Cicconi
To Top