I SAMBENEDETTESI RACCONTANO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

itSanBenedettoDelTronto

COVID-19

Fase 2 a San Benedetto del Tronto, una “timida normalità”

Fase 2

Fase 2 a San Benedetto del Tronto: dal 4 maggio è iniziata la seconda fase caratterizzata dal passaggio dall’isolamento al distanziamento sociale. Infatti, la Regione Marche ha autorizzato le passeggiate individuali senza assembramenti. Ma nel rispetto di tutte le misure anti contagio. Fondamentali le prossime settimane. Al fine di evitare il peggioramento dei numeri del contagio da Coronavirus, importanti saranno l’attenzione e il buon senso dei cittadini per rispettare il distanziamento sociale nonostante il ritorno ad una certa normalità.

Fase 2 e la parziale normalità

Infatti, i sambenedettesi tirano un piccolo sospiro di sollievo. Certo, in queste giornate soleggiate è difficile non godere delle passeggiate sul lungomare o lungo la spiaggia. Ma fino a questo momento è stato doveroso. Infatti, vengono allentate le maglie di misure restrittive che tengono gli italiani chiusi in casa da quasi due mesi per l’emergenza Coronavirus. Da una parte c’è chi manifesta seria preoccupazione per una prematura riapertura e il rischio di nuovi contagi. Ma dall’altra parte c’è chi contempla il riavvio, seppur tiepido.

Fase 2 La Pista Ciclabile Sul Lungomare
Fase 2, la pista ciclabile sul lungomare (foto di: Patrizia Cicconi)

Dal 4 maggio si cammina o si corre con il dovuto distanziamento. Ciò, è una bella notizia per gli sportivi che potranno fare sport in maniera individuale. Comunque, sempre mantenendosi ad una distanza di almeno 2 metri dagli altri. La Fase 2 comporterà a San Benedetto del Tronto la possibilità di fruire della spiaggia per l’attività motoria. Inoltre, riaprono alcuni parchi e il civico cimitero, per i quali il sindaco Pasqualino Piunti ha firmato ordinanze con limitazioni.

Il messaggio del sindaco per la fase 2

Invece, non tutti indossano la mascherina dato che nelle Marche è obbligatoria solo nei luoghi chiusi e sui mezzi pubblici. Ma diverse le pattuglie che effettuano i controlli per quanto riguarda le nuove autocertificazioni. Inoltre, un mezzo della Protezione Civile in questi primi giorni sta percorrendo le vie della città diffondendo attraverso la fonica un messaggio del sindaco che richiama al senso di responsabilità.

Fase 2 Il Viale
Fase 2, alcune auto in transito (foto di: Patrizia Cicconi)

Cari concittadini, in questa nuova fase il comportamento dei singoli farà la differenza. Finora abbiamo dimostrato di essere una comunità responsabile. Ma ora ci è richiesta un’attenzione superiore usando con giudizio gli spazi di libertà che, a prezzo di grandi sacrifici, ci siamo riconquistati. Sono sicuro che tutti faremo del nostro meglio adottando gli accorgimenti previsti per ridurre i rischi al minimo, come lavaggio delle mani, il distanziamento tra le persone e l’uso di guanti e mascherine. Per chi non rispetterà le regole non ci saranno sconti. Non possiamo rischiare che le colpevoli leggerezze di pochi mettano a repentaglio la sicurezza di tutti. Grazie ancora per quello che state facendo”.

Si può celebrare messa

Fino a qualche giorno fa era ancora no alle celebrazioni religiose. In particolare, la scelta del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte relativa al divieto di riprendere lo svolgimento delle funzioni religiose, non era stata digerita dalla CEI, la Conferenza Episcopale Italiana. Ciò non era piaciuta neanche alla Diocesi di Ascoli Piceno che aveva ribadito quanto la Chiesa sia un luogo di speranza. E, riguardo al contenimento, non è certo più grande di un autobus né più contagiosa di un supermercato. Ora, viste le suddette polemiche, un accordo tra governo e CEI sancisce che dal 18 maggio si può celebrare messa con i fedeli.

Si ringrazia per l’immagine di copertina: www.altalex.com

Fase 2 a San Benedetto del Tronto, una “timida normalità” ultima modifica: 2020-05-08T21:36:10+02:00 da Patrizia Cicconi
To Top