I SAMBENEDETTESI RACCONTANO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

itSanBenedettoDelTronto

EDIFICI STORICI MONUMENTI

Il Vescovado, il prestigioso edificio religioso in stile Liberty

Il Vescovado

Il Vescovado è un edificio signorile, antica dimora della ricca famiglia Anelli. Ma nel 1990 circa l’edificio venne ceduto alla Curia per farne la sede vescovile. Il Vescovado si trova nel vecchio incasato del Paese Alto. Precisamente al fianco della maestosa Torre dei Gualtieri, simbolo della città di San Benedetto del Tronto. Infatti, il Paese Alto si propone come lo scrigno di bellissimi edifici storici. In particolare, qui si è conservato un armonioso equilibrio tra palazzi antichi, chiese e monumenti e una splendida vista sul mare. Così il Vescovado vi si inserisce in un’atmosfera di tranquillità.

L’architettura del Vescovado

Il Vescovado, già Palazzo Anelli, deve il suo nome alla famiglia che dalla fine del XVIII secolo abitava dove oggi sorge l’edificio. Particolarmente, la costruzione del palazzo risale al febbraio del 1730. Così come riportato in una targa in laterizio incisa e murata nel prospetto laterale. Lì si evidenzia che i proprietari erano proprio i signori Anelli. La struttura presenta elementi in stile Liberty ed è composta da due corpi a pianta rettangolare.

Il Vescovado Vista Frontale
Il Vescovado visto di fronte (foto di: Patrizia Cicconi)

Nello specifico, un primo avancorpo a due livelli prospettante piazza Giuseppe Sacconi. E l’altro corpo arretrato, composto da quattro livelli che costituiscono la torretta Liberty, costruita dai signori Anelli intorno agli anni ‘20. Anche se nella mappa catastale del 1870 l’edificio è descritto come casa con corte, con cinque vani al piano terra, sei al piano primo e sei al piano secondo.

Il restauro del Vescovado nel Dopoguerra

Certamente da menzionare le facciate arricchite da eleganti cornici e fasce marcapiano in laterizio. Pregevoli le inferriate, le ringhiere e le cancellate in ferro battuto a motivi floreali, tutti elementi tipici dello stile che caratterizza il palazzo. Durante il bombardamento subìto da San Benedetto del Tronto il 27 novembre 1943, l’edificio fu colpito e demolito per una sua buona parte.

Il Vescovado Particolare Ingresso
Particolare della facciata del Vescovado (foto di: Patrizia Cicconi)

Oggi, dopo un attento restauro, è l’autorevole sede del Vescovado. Specificatamente, nel 1992 circa l’edificio subì un restauro e un riadattamento per renderlo funzionale ad ospitare la sede vescovile. Riguardo a ciò, la scala interna era collocata in altra posizione, con il conseguente consolidamento delle strutture portanti. E anche la realizzazione degli affreschi in stile Liberty nell’ingresso.

Lo stile Liberty a San Benedetto del Tronto

Lo stile Liberty del Vescovado non è riscontrato soltanto in questo luogo del Paese Alto. La città rivierasca ne è ricca, come prova concreta di una posizione sociale di prestigio che si pone in contrapposizione alle umili dimore dei pescatori. Tipiche quelle costruite in via Laberinto. Ma a ridosso del corso principale si affaccia una via di autentica testimonianza Liberty. In particolare, questa strada è caratterizzata dalla presenza di rinomati villini in stile collocati tra palme ed oleandri. Così come il lungomare nord, punteggiato dal maggior numero di ville e villini con ampio giardino costruiti. Essi presentano caratteri ricorrenti come le torrette, gli affreschi, le maioliche e le decorazioni floreali. Ma anche alberghi come l’Hotel Progresso. Questo edificio è da annoverare tra le prime strutture alberghiere. Ed è un pregevole esempio in stile, inaugurato nel 1925, a pochi passi dal centro e da tutti gli impianti sportivi e ricreativi.  

Si ringrazia per l’immagine di copertina: www.regione.marche.it

Patrizia Cicconi

Autore: Patrizia Cicconi

Laureanda in Scienze politiche e della Comunicazione, una passione profonda per la lettura e la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Scrivo per passione ma sono poco incline alla mania dei social: se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo. Il mio aforisma? “Amo vestire i pensieri in parole”.
Il Vescovado, il prestigioso edificio religioso in stile Liberty ultima modifica: 2019-09-27T09:00:17+02:00 da Patrizia Cicconi

Commenti

To Top