I SAMBENEDETTESI RACCONTANO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

itSanBenedettoDelTronto

NATURA

I giardini tematici sul lungomare di S. Benedetto del Tronto: colori, odori e …

Giardini Tematici

I giardini tematici rappresentano la zona più suggestiva nel tratto sud del lussureggiante lungomare di San Benedetto del Tronto, ricavati a ridosso della spiaggia. La zona sud del lungomare parte da Piazza Salvo D’Acquisto, dove è eretto il monumento in onore dell’eroico carabiniere. Nei giardini la natura è protagonista con palme, particolari essenze arboree, laghetti. Infatti, i visitatori potranno godere di oltre 1.000 specie di piante e fiori, giochi, fontane, luci dedicate, 5.000 mq di prato e spazi di relax arredati con panchine, poltroncine e chaise longue. Tutto per offrire punti di osservazione sia visivi che olfattivi di questi splendidi giardini tematici.

I giardini tematici: quali sono

La comoda pista ciclabile che costeggia il lungomare passa a fianco di ben dieci giardini tematici. Nello specifico, presentano ognuno caratteristiche diverse ed originali, così come i nomi dati a ciascuno di essi. I materiali scelti sono compatibili con l’ambiente che li ospita, in modo da far apparire tali aree veri e propri spazi naturali sul mare, ove sostare per ammirarne la vista o per l’accesso diretto alla spiaggia.

Il primo dei giardini tematici: il Giardino Multisensoriale

Uno stimolante gioco di percezioni coinvolgerà i visitatori alla scoperta di ciascuno dei cinque sensi: annusando i profumi, ascoltando i giochi d’acqua, ammirando i colori, toccando le piante e assaporando il gusto particolare della Lippia citriodora. In particolare, un vialetto d’ingresso conduce ad una piccola fontana di acqua potabile. Tre pioppi tremuli, con il fruscio delle loro foglie, sonorizzano l’ambiente insieme al gorgoglio d’acqua. Tutt’attorno lavanda, artemisia, citronella, gelsomino.

giardini tematici: il giardino dei sensi
Il primo dei giardini tematici: il Giardino Multisensoriale (foto di: www.paginasbt.it)

Il più caratteristico dei giardini tematici: il Giardino di Campagna

Tra i più caratteristici, il Giardino di Campagna: piccolo fazzoletto di terra contraddistinto da piccole dune che ricostruisce simbolicamente uno spazio rurale tipico della campagna picena. Particolarmente, a far da cornice è la presenza di un tipico carro agricolo marchigiano collocato al di sotto di un arco, esempio di tipologia costruttiva di una casa agricola marchigiana. E due pergolati rigogliosi di gelsomino, bouganville, glicine e bignonia.

giradini tematici: il giardino di campagna
I giardini tematici: il Giardino di Campagna (foto di: www.paginasbt.it)

Il Giardino dei Bambini

Una grande attrattiva per i più piccini è sicuramente il Giardino dei Bambini ricco di giochi anche didattici e divertimenti, come una teleferica con cui ci si può far scivolare sull’erba. Amatissimi la casetta sull’albero e il ponticello sospeso collocati su una piccola collinetta a cui vi si arriva tramite un percorso ricco di varie aiuole. Oltre a cycas, yucca, mirto, lavanda. Cinque esemplari di Ulivi secolari sono posti nel lato nord con faretti dai vari colori che, all’imbrunire, gli conferiscono un aspetto fiabesco, come grandi mostri vegetali.

giardini tematici: il giardino dei bambini
I giardini tematici: il Giardino dei Bambini (foto di: www.paginasbt.it)

Il Giardino della Salute

Molte delle piante officinali usate sin dall’antichità per le loro proprietà curative le potete trovare nel Giardino della Salute in cui risaltano rosmarino prostrato, salvia, menta e lavanda. Oltre a piante di eucalipto, canfora, origano, timo. Andando verso il mare prima del muretto in lastre di pietra c’è della melissa. Oltrepassandolo ci sono ribes, una betulla dal tronco bianco, un salice ed alcuni pini nani. Nell’angolo opposto ritroviamo il biancospino, mentre risalendo lo stradino ci imbattiamo in un bel cuscino di iperico a fiori gialli con sopra l’arbusto dell’agnocasto ed un albero di tiglio.

Il Giardino degli Agrumi

In particolare, qui la famiglia dei Citrus è molto ampia. Limoni, aranci, mandarini cinesi, limetta, chinotto e la prevalenza di un Calamondino verde e variegato, i cui frutti sono soprattutto ornamentali poiché particolarmente aspri.

Il Giardino Mediterraneo

Questo è il giardino più rappresentativo del Piceno. Infatti, le essenze sono quelle tipiche della macchia mediterranea come il rosmarino prostrato e la lavanda. Per di più questo giardino vanta il maggior numero di piante: ulivi, giuggioli, fichi, un boschetto con esemplari di melograni nani, carrubi, querce da sughero, gelsi e cespugli che vanno dal mirto alla cineraria.

Il Giardino delle Palme

È il giardino-simbolo della riviera per la sua grande concentrazione di palme: circa 25 specie. Il grande giardino è separato dalla pista ciclabile da una bella siepe di Phormium verdi, rosse e variegate. E l’effetto sorpresa che ne deriva fa scorgere i vari palmizi. Inoltre, lo sguardo è calamitato da un brillante tappeto erboso dove, scendendo degli scalini, troviamo alcuni corbezzoli, dietro ai quali ci sono lecci e cipressi. Predominano gli oleandri che ci accompagnano verso altri bellissimi esemplari di Ulivi.

il giardino delle palme tra i giardini tematici
I giardini tematici: il Giardino delle Palme (foto di: www.comunesbt.it)

Il Giardino Arido

Questo giardino offre una vasta gamma di piante grasse originarie da diversi luoghi desertici e differenti tipi di cactus. Ciò che salta all’occhio è l’ambiente tipico desertico con pietre, sabbia e rocce da cui fanno capolino le piantine grasse. Presente, in diverse varietà, l’Aloe.

il giardini arido tra i giardini tematici
I giardini tematici: il Giardino Arido (foto di: www.ilquotidiano.it)

Il Giardino Umido

Arbusti e piante acquifere contraddistinguono questo giardino. Oltre alla presenza di un laghetto d’acqua dolce che ospita alcuni pesci rossi, un ponticello e una piccola cascata dove un Cyperus, stretto parente del Papiro, si trova a suo agio con le radici immerse nell’acqua. In aggiunta a ciò, non mancano vinca, bamboo, felce, fiori di loto, ninfee, salici.

Ultimo dei giardini tematici: il Giardino delle Rose 

Dal nome del giardino si evince la particolarità di questo spazio verde. Ben 27 sono le varietà di rose originarie dell’Europa e dell’Asia. Difatti, entrando all’interno dell’area, al di là di un muretto, abbiamo tutte rose antiche. Come le rose rosse denominate “La Sevillana”, le quali hanno la caratteristica di rifiorire più volte.

I giardini tematici sono anche didattici e fruibili

Risorse fondamentali della città, i giardini tematici sono tutti forniti di guide informative, mappe tattili e targhette per ogni specie. Quindi fruibili anche dai non vedenti. Inoltre, la passeggiata svolge anche una funzione didattica, oltre ad “attenuare la demarcazione tra mare e terra” come diceva il suo progettista, l’architetto Davarpanah Farnush, dirigente del settore Lavori pubblici del Comune, venuto purtroppo a mancare lo scorso febbraio all’età di 65 anni.

Si ringrazia per l’immagine di copertina: www.comunesbt.it

Patrizia Cicconi

Autore: Patrizia Cicconi

Laureanda in Scienze politiche e della Comunicazione, una passione profonda per la lettura e la scrittura come per l’arte in tutte le sue sfaccettature. Scrivo per passione ma sono poco incline alla mania dei social: se potessi tornerei alla penna e alla carta, come si faceva un tempo. Il mio aforisma? “Amo vestire i pensieri in parole”.
I giardini tematici sul lungomare di S. Benedetto del Tronto: colori, odori e … ultima modifica: 2019-10-11T09:00:49+02:00 da Patrizia Cicconi

Commenti

To Top