I SAMBENEDETTESI RACCONTANO SAN BENEDETTO DEL TRONTO

itSanBenedettoDelTronto

NEWS

Flash mob a S. Benedetto del Tronto, la città aderisce in nome della speranza

Flash Mob

Flash mob anche nella città rivierasca di San Benedetto del Tronto; ormai è un appuntamento che si sta rinnovando tutti i giorni alle ore 18 e unisce con grande emozione tutta la città, dai confini nord a quelli sud, infatti i flash mob sui balconi o sui terrazzi hanno visto un’altissima partecipazione di massa in tutti i quartieri della città. Precisamente, la voglia degli italiani di affacciarsi ai balconi e cantare per sentirsi tutti un po’ più vicini, mentre ognuno è costretto a restare in casa per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, non si ferma.

Tutti i cittadini uniti

Se c’è una cosa, quindi, che ha unito l’Italia da nord a sud, oltre la necessaria quarantena, sono proprio i Flash mob. Nonostante le misure restrittive sul Coronavirus che impone, per ridurre il contagio, di non effettuare spostamenti se non strettamente necessari, gli italiani chiusi in casa, si affacciano ai balconi per cantare, suonare un qualche strumento. Anche improvvisato. Tanti sono i video che arrivano dal web, di veri e propri concerti arrangiati sulle terrazze per regalare un momento di spensieratezza.

Cartellone Per Flash Mob
Il tipico cartellone #andratuttobene in vista sui balconi (foto di: Patrizia Cicconi)

Ormai, gli appuntamenti sui balconi sembrano essere a tutti gli effetti un momento di ritrovo e di goliardia. Ciò per staccare un attimo i pensieri dall’angoscia della pandemia. Tutto questo, unito alle bandiere tricolori, ai disegni con l’arcobaleno realizzati dai bambini recanti il messaggio #andratuttobene esposti sulle facciate dei palazzi, indicano la volontà di reagire. Anche gli abitanti del vecchio incasato del Paese Alto, tra finestre e balconi, hanno fatto sentire la loro solidarietà con musica e striscioni.

Il flash mob di ringraziamento agli operatori sanitari

Ma non solo canti e suoni. Anche un pensiero a chi in questa drammatica situazione sta in prima linea, ovvero medici, infermieri e tutti gli operatori sanitari che si stanno prodigando fino allo sfinimento nelle strutture ospedaliere per far fronte a questa tragica condizione. Ciò è stato sottolineato con un lungo applauso dai nostri balconi, chi anche con le lacrime agli occhi, per esprimere un sentito ringraziamento e una profonda solidarietà a questi grandi combattenti. “Tutti alle finestre per un lungo applauso di ringraziamento a coloro che stanno lavorando per noi negli ospedali, e di incoraggiamento” hanno fatto girare i promotori sui social network. Questa è l’Italia che, nonostante le difficoltà, riesce a trovare il modo per stare insieme e per non sentirsi alienati dentro le proprie mura domestiche.

I prossimi appuntamenti dei Flash mob

Vari appuntamenti scandiscono questi giorni che sottolineano i momenti di condivisione. Ecco il calendario dei prossimi giorni fino a domenica 22 marzo:

Mercoledì 18 marzo, ore 18.00: “Felicità” (Al Bano e Romina Power)

Giovedì 19 marzo, ore 18.00: “La società dei magnaccioni (…Ma che ce frega, ma che ce ‘mporta…)” (Lando Fiorini)

Venerdì 20 marzo, ore 18.00: “Strada facendo” (Claudio Baglioni)

Sabato 21 marzo, ore 18.00: “L’italiano” (Toto Cotugno)

Domenica 22 marzo, ore 18.00: “Ciao Mamma” (Jovanotti)

Inoltre, venerdì 20 marzo, alle ore 11, tutte le Radio Italiane, trasmetteranno l’Inno di Mameli e altre tre canzoni del patrimonio musicale italiano.

Si ringrazia per l’immagine di copertina: Patrizia Cicconi

Flash mob a S. Benedetto del Tronto, la città aderisce in nome della speranza ultima modifica: 2020-03-17T21:48:44+01:00 da Patrizia Cicconi
To Top